Sei qui:

Max Biaggi sceglie Mahindra Racing

Max Biaggi sceglie Mahindra Racing - image 009492-000104321 on http://moto.motori.net

Mahindra Racing ha raggiunto un accordo con il sei volte campione del mondo di motociclismo che sarà ambasciatore della Casa indiana e team manager di una squadra di Moto3 impegnata nel 2017 nel Campionato Italiano Velocità ed in alcune gare di quello spagnolo con il supporto ufficiale di Mahindra. Della squadra del “Corsaro” faranno parte i piloti italiani Alessandro Del Bianco e Davide Baldini.

Al termine di quella che oggi può essere considerata la sua migliore stagione nel Motomondiale, Mahindra Racing ha avviato un ambizioso progetto in collaborazione con Max Biaggi, ex-pilota romano quattro volte campione del mondo della classe 250 cc e due volte della Superbike.

Oltre ad essere ambasciatore del marchio Mahindra, “Il Corsaro” inizierà infatti una nuova carriera come team manager di una nuova squadra che dal 2017 sarà impegnata nel Campionato Italiano Velocità ed in alcune gare di quello spagnolo con un pacchetto tecnico completo Mahindra. Questa metterà a disposizione della squadra i suoi tecnici in occasione delle prove e delle gare, in modo da consentirle di sfruttare al meglio il potenziale delle moto Mahindra MGP3O. D’altro canto la grande esperienza di Max Biaggi permetterà di fare crescere alcuni giovani talenti italiani come Alessandro Del Bianco e Davide Baldini che nel 2017 faranno parte della nuova squadra. La decisione di Biaggi di collaborare con Mahindra Racing è un’ulteriore testimonianza di fiducia verso la MGP3O e dei progressi compiuti negli ultimi mesi dalle moto indiane. 

«Il gruppo Mahindra vuole aiutare le persone propositive a realizzare i loro sogni, esattamente come fa con Max Biaggi che oggi si rimette in gioco come team manager» dice Mufaddal Choonia, CEO di Mahindra Racing. «Mahindra Racing è lieta di favorire questa nuova fase della carriera di Max, fornendogli tutto il supporto necessario. Max ha avuto un enorme successo in tutte le competizioni alle quali ha partecipato e sa esattamente cosa serve per vincere. Il fatto che abbia scelto Mahindra Racing come suo “partner” è una grande dimostrazione di fiducia verso il marchio Mahindra ed in particolare verso la nostra moto MGP3O. Da quando abbiamo assunto direttamente il controllo della gestione del progetto, abbiamo registrato un continuo miglioramento dei risultati. Se da un lato siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti quest’anno, dall’altro è chiaro non abbiamo però alcuna intenzione di cullarci sugli allori. Mahindra Racing ha sempre avuto una forte presenza nel Campionato Italiano Velocità. L’Italia è un mercato importante e continua a sfornare nuovi promettenti talenti».

«La mia passione per le corse è ancora molto forte e sento di dover dare qualcosa agli sportivi italiani» dice Max Biaggi. «Con questo progetto spero di aiutare i giovani a realizzare i loro sogni correndo e possibilmente vincendo nel Motomondiale. Nel 2016 le moto Mahindra hanno fatto progressi incredibili e per me è chiaro che la MGP3O può essere una moto vincente. Mi sono avvicinato a Mahindra perché sono convinto che insieme abbiamo la possibilità di lottare per le posizioni di vertice. Sono sicuro che il 2017 sarà un anno meraviglioso per entrambi».

Impegnata dal 2011 nel Motomondiale, Mahindra Racing è tuttora l’unico costruttore indiano a parteciparvi. Nel 2016 la squadra ha utilizzato moto Mahindra MGP3O equipaggiate con monocilindrico a 4 tempi di 250 cc ed affidate all’Aspar Mahindra Team ed a tre squadre private. Il Peugeot MC Saxoprint Team utilizza invece moto  Peugeot strettamente derivate dalla MGP3O.

In particolare, nella stagione 2016, l’Aspar Mahindra Team Moto3 ha fatto correre lo spagnolo Jorge Martin e l’italiano Francesco Bagnaia, il  Peugeot MC Saxoprint lo spagnolo Albert Arenas, l’inglese John Mcphee, il Platinum Bay Real Estate lo spagnolo Marcos Ramirez ed il sudafricano, Darryn Binder; il CIP-Unicom Starker l’italiano Fabio Spiranelli ed il giapponese Tatsuki Suzuki; il 3570 Team Italia gli italiani Stefano Valtulini e Lorenzo Petrarca.

In occasione del Gran Premio di Malesia del 2013, Mahindra Racing ha fatto la storia portando per la prima volta sul podio un costruttore indiano. Nello stesso anno le MGP3O si sono classificate tra i primi cinque in 10 dei 17 gran premi in programma, hanno conquistato una pole position, fatto registrare 3 giri più velocità in gara e chiuso il campionato al terzo posto della classifica costruttori. La stagione 2014 le ha viste 3 volte podio e seconde sul circuito tedesco del Sachsenring. Nel 2015 le moto Mahindra sono state sempre nel gruppo dei primi di una classe ultra-competitiva come la Moto3  e sono finite sul podio nella gara di Le Mans.

Il 2016 è iniziato subito bene con il pilota italiano Francesco “Pecco” Bagnania dell’Aspar Mahindra Team terzo nella gara di apertura in Qatar. Sono poi arrivati i podi di Jerez e del Mugello, ma soprattutto la vittoria di “Pecco” sul circuito olandese di Assen dove Mahindra ha vinto la sua prima gara nel Motomondiale. A questa hanno fatto seguito i successi di John McPhee a Brno e di Bagnaia a Sepang.

Leggi anche:

Lascia un Commento