Harley-Davidson Project LiveWire

La prima moto elettrica firmata Harley-Davidson colpisce per le sue forme futuristiche e convince per le caratteristiche tecniche all’avanguardia.

In occasione dell’EICMA 2014 - il salone internazionale delle moto che si tiene ogni anno a Milano - Harley-Davidson stupisce pubblico e addetti ai lavori svelando la nuova Project LiveWire, prima motocicletta elettrica della Casa americana che punta a conquistare i consensi  di una clientela attenta alle tematiche ecosostenibili.

La Harley-Davidson Project LiveWire si presenta come una  sinuosa “naked” caratterizzata da forme agili e compatte che si mescolano a soluzioni di stile particolarmente avveniristiche.  La prima elettrica firmata H-D è attualmente la protagonista di uno speciale tour  battezzato Project LiveWire Experience, che permetterà ai moltissimi appassionati americani del marchio di testare le qualità e le caratteristiche della moto. Alcune esemplari della Project LiveWire stanno infatti effettuando un lungo viaggio lungo la mitica Route 66, visitando oltre 30 concessionarie della Casa di Milwaukee sparse negli Stati Uniti. Il tour arriverà presto anche in Canada, Europa, Asia e Pacifico per raccogliere le importanti opinioni degli appassionati Harley-Davidson di tutto il globo.

Dal punto di vista tecnico, la Project LiveWire sfrutta una unità elettrica da 75 CV, capace di spingere la moto fino ad una velocità autolimitata di 90 miglia orarie (circa 148 km/h), mentre i 100 km/h potranno essere raggiunti da fermo in circa 4 secondi. Il motore elettrico risulta alimentato da un pacco di batterie agli ioni di litio, capaci di offrire un’autonomia di circa 85 km/h, mentre una ricarica completa potrà essere effettuata in 3,5 ore utilizzando un impianto da 220 Volt.